Dossier

Quei treni a otto metri di altezza davanti alle finestre della Roma bene

I dubbi dei residenti sul progetto per la chiusura dell’anello ferroviario: i binari in quota "cambieranno i connotati all’intera zona devastando le nostre vite"

C’è un’opera il cui completamento è atteso da quasi un secolo e adesso, proprio al rush finale, quando disponibilità di fondi e progettazione avanzata fanno ben sperare per la posa della prima pietra, rischia di scatenare la rivolta nel cuore di Roma nord, la Roma bene. Sim perché la chiusura dell’anello ferroviario di Roma per una parte del quartiere significa la convivenza con un’infrastruttura che, parola dei residenti, “cambierà i connotati all’intera zona devastando le nostre vite”. 


Si parla di